Il capitale umano conta.

ESG Investment Team

Buone relazioni con i dipendenti e consolidate pratiche di gestione del capitale umano sono fondamentali per il successo di una società. Le autorità di vigilanza e i consumatori sono sempre più attenti alle tematiche che riguardano il mondo del lavoro. Le aziende devono essere consapevoli dei rischi a cui sono esposte per prevedere e pianificare il cambiamento.

La ricerca mostra che le aziende capaci di instaurare rapporti di lavoro solidi e di coinvolgere il personale realizzano performance migliori nel più lungo termine a livello sia operativo che finanziario. D’altra parte le conseguenze di procedure inefficienti possono essere catastrofiche. Il processo di investimento, nella fase di analisi di una società, dovrebbe dunque comprendere una valutazione approfondita dei rischi collegati alle pratiche sul lavoro.

La globalizzazione e i nuovi standard lavorativi introdotti grazie al progresso tecnologico hanno reso più difficile, per società e investitori, la valutazione dei rischi lungo l’intera catena di fornitura. Sono stati introdotti standard e norme sul lavoro internazionali, ma cambia il grado di applicazione e di adozione nelle diverse regioni. L’onere di far applicare questi standard a tutti i livelli del processo di produzione e distribuzione ricade in buona parte sulle singole aziende, che devono dunque prestare attenzione a tematiche come le condizioni lavorative, la discriminazione, il lavoro minorile e la schiavitù.

Il settore industriale e l’area geografica possono dare un’indicazione generica delle tipologie di rischio che una società può trovarsi ad affrontare. Tuttavia, crediamo che l’analisi fondamentale delle singole società delinei un profilo più accurato dei rischi collegati al lavoro. Fra questi, secondo noi, i principali sono il rischio normativo, operativo e reputazionale.

Per quanto vengano applicati differenti metodi di gestione del personale da diverse società, settori e aree geografiche, ci sono alcuni requisiti di base che gli investitori dovrebbero aspettarsi dalle imprese.

Leggi il rapporto completo

I pareri e le conclusioni espressi nella presente comunicazione rivestono un interesse puramente generale e non devono essere considerati una consulenza per gli investimenti né un invito ad acquistare o vendere uno o più titoli specifici.

Qualunque informazione contenuta nel presente documento e attribuita a terzi ("Dati di terzi") è proprietà di (a) uno o più fornitori terzi (il "Proprietario") ed è concessa in licenza d'uso a Standard Life Aberdeen**. I Dati di terzi non possono essere copiati né distribuiti. I Dati di terzi vengono forniti "così come sono" e non se ne garantisce la precisione, la completezza o la tempestività. Nella misura consentita dalle leggi vigenti, né il Proprietario, né Standard Life Aberdeen** né alcun altro soggetto terzo (ivi compreso qualunque soggetto terzo implicato nella fornitura e/o compilazione dei Dati di terzi) è in alcun modo responsabile dei Dati di terzi o dell'utilizzo dei Dati di terzi. Le performance passate non costituiscono alcuna garanzia dei risultati futuri. Né il Proprietario né alcun soggetto terzo sponsorizza, approva o promuove il fondo o il prodotto a cui fanno riferimento i Dati di terzi.

**Standard Life Aberdeen designa la relativa società del gruppo Standard Life Aberdeen denominata Standard Life Aberdeen plc e relative consociate, controllate e società associate (sia dirette che indirette).

Avvertenze sui rischi
Avvertenze sui rischi - Prima dell’investimento, i sottoscrittori devono considerare attentamente l'obiettivo di investimento, i rischi, gli oneri e i costi del Fondo.
Le informazioni importanti relative al Fondo sono contenute nel Prospetto informativo e nel documento KIID. Le informazioni di carattere informativo, non sono da considerarsi un’offerta commerciale, sollecitazione all’acquisto o sottoscrizione all’acquisto delle azioni del Fondo o qualsivoglia titolo o strumento finanziario.